Prove agronomiche - Cover crop autunno-vernine 2019-2020

Le specie di cover crop autunno-vernine che sono state selezionate per questa prova agronomica sono: Sinapis alba L. varietà Architect (senape bianca), Avena strigosa Schreb. (avena strigosa) e Vicia benghalensis L. (veccia del bengala). Le cover crop sono state seminate seguendo uno schema parcellare a blocchi randomizzati e inserendo delle parcelle controllo (senza semina di cover crop) nelle quali è stato consentito l'inerbimento spontaneo.

La semina delle cover crop è stata eseguita il giorno 13/09/2019 utilizzando le seguenti dosi di semente: 15 kg/ha per la senape bianca in purezza; 50 kg/ha per l’avena strigosa in purezza; 30 kg/ha di veccia del bengala, 30 kg/ha di avena strigosa e 4 kg/ha di senape bianca per il miscuglio. A seguito di uno sviluppo insoddisfacente della senape bianca - causato da un forte attacco fungino - le parcelle sono state sostituite con una diversa varietà di senape bianca, di tipo ramificato (varietà Octopus).

Durante la stagione invernale sono stati effettuati i rilievi sulla densità delle piante, i campionamenti della biomassa aerea delle cover crop e i campionamenti del suolo.

La misura della biomassa delle cover crop è stata effettuata in tre diverse date; inizialmente (fine ottobre '19) il miscuglio è stato quello con una maggiore crescita mentre nei rilievi successivi (inizio di dicembre '19 e inizio di marzo '20) è stato osservato uno sviluppo importante sia della senape bianca che dell'avena strigosa. I dati relativi alla biomassa delle cover crop (misurata come tonnellate di sostanza secca per ettaro, t s.s./ha) sono riassunti in questo grafico.

In prossimità del campo è stata anche posizionata una centralina meteorologica professionale per la registrazione in continuo dei parametri climatici con frequenza oraria. All'interno delle parcelle sono stati poi posizionati dei sensori per misurare la temperatura e il contenuto idrico del suolo.

Durante i mesi invernali sono state monitorate visivamente la suscettibilità al freddo e al gelo delle cover crop autunno-vernine. Attorno alla metà del mese di dicembre non sono stati rilevati sintomi fogliari di danno da gelo su nessuna delle tre specie. La senape bianca (di entrambe le varietà) e l’avena strigosa presentavano allettamenti distribuiti irregolarmente nelle parcelle. A partire dal mese di gennaio i sintomi sono diventati più significativi con arrossamenti apicali (senape) ingiallimenti e allettamenti (avena). Le piante di veccia del bengala invece non mostravano nessun sintomo evidente, anche perchè lo sviluppo della specie è stato molto contenuto.

Le cover crop sono state terminate il 12 marzo 2020 e, una decina di giorni dopo, è stato seminato il mais.

Leggi anche