Semina innovativa con botte spandiliquame - prove 2020

La semina sperimentale è stata messa a confronto con la seminatrice aziendale normalmente impiegata nella semina delle cover crop.

In questa configurazione l’elemento seminante viene trasportato dal sollevatore anteriore della trattrice. Posteriormente alla botte per lo spandimento dei reflui è posizionato l’elemento lavorante, dal quale però è stato preventivamente smontato il rullo liscio finale. Si ritiene infatti che questo potrebbe compattare eccessivamente il terreno bagnato. Il meccanismo di semina avviene in fasi ben studiate e strutturate, il liquame viene distribuito al suolo per mezzo di calate e, subito dopo, la dischiera opera una prima miscelazione del refluo col terreno preparandolo ad ospitare il seme, che cade appena posteriormente. I denti metallici finali permettono l’affinamento del suolo e la giusta miscelazione suolo-seme.

Nelle immagini sottostanti è visibile la configurazione completa del prototipo abbinato alla botte aziendale e la parcella di avena subito dopo la semina.

Nel documento allegato è invece possibile osservare lo sviluppo delle due specie di cover crop nei mesi autunno-invernale.

Leggi anche